Cerca
Filters
Close

Acido salicilico

Agente esfoliante ad azione cheratolitica, levigante, antinfiammatoria e coadiuvante del sistema conservante

L'Acido Salicilico è un acido organico derivato dalla salicina, usato per il trattamento dell'acne e delle infiammazioni cutanee, della pelle impura con pori dilatati, di tutti quelle condizioni legati alla desquamazione o all'ipercheratosi cutanea, come la forfora secca, la psoriasi e le callosità .

Proprietà

L'acido salicico è il principale esponente dei beta idrossiacidi (BHA), che sono agenti esfolianti e cheratolici con un'azione diversa da quella degli alfa-idrossiacidi usati nei trattamenti antiage.
In chimica l'acido salicilico è chiamato acido 2-idrossibenzoico ed è identificato dalla formula bruta C7H6O3. La molecola deriva dall'idrolisi enzimatica della salicina, glucoside salicoside estratto dal salice (Salix Alba).
Applicato sulla pelle, l'acido salicilico agisce come efficace cheratolitico: la molecola è in grado di spezzare selettivamente la catena proteica della cheratina, abbondantemente presente nei corneociti. Non esercitando alcun effetto sulle altre proteine, l'acido salicilico è in grado di esfoliare e distruggere solo le cellule dello strato corneo effettuando quindi un peeling superficiale.
Al contrario dei beta-idrossiacidi, avendo una molecola più grossa e lipofila, penetra nei pori, liberando il comedone dal contenuto sebaceo e inoltre agisce da antifiammatorio, antibatterico e lenitivo.
Le sue principali proprietà cosmetiche sono:

  • azione esfoliante per una pelle più levigata e luminosa
  • azione antifiammatoria e antibatterica in caso di acne (anche rosacea), pelle impura, punti neri e pori dilatati
  • azione antiforfora sul cuio capelluto
  • azione cheratolica su calli, duroni e ipercheratosi

L'acido salicilico ha inoltre una buona azione schiarente e antirughe in quanto diminuendo le forze di coesione dei corneociti, favorisce la desquamazione dei cheratinociti iperpigmentati e del primo strato superificiale dell'epidermidee incoraggiando nel contempo il rinnovamento cellulare. Il risultato è che i "nuovi" cheratinociti, essendo meno ricchi di pigmento melanico, donano alla pelle un aspetto uniforme, levigato, sodo e luminoso.
Nelle formulazioni l'acido salicilico migliora le performance del sistema preservante. Allo 0,5% e in ambiente acido viene considerato un conservante vero e proprio.

Utilizzi

L'acido salicilico è ha svariati utilizzi cosmetici:

  • prodotti esfolianti e uniformanti
  • peeling antiage come buffer dell'acido glicolico o di altri alfa-idrossiacidi
  • prodotti per pelle impura e acneica e per il trattamento dei pori dilatati
  • prodotti antifiammatori e lenitivi
  • prodotti cheratolici per callosità e duroni
  • shampoo e lozioni antiforfora
  • detergenti purificanti

Modalità d'impiego

Percentuale d'uso consigliata: dallo 0,5 al 2% della preparazione.
L'acido salicilico è poco solubile in acqua (2 g/L) e olio ma molto solubile in alcol e nei glicoli. Un altro modo per solubilizzarlo è salificarlo con una base (per esempio bicarbonato di sodio, arginina o idrossido di sodio) in modo da renderlo solubile. La solubilità in acqua aumenta con l'aumentare del pH della preparazione. Alcune sostanze come la trimetiglicina ne migliorano la solubilità .
L'acido salicico a pH 4 o inferiore si comporta da esfoliante a pH eudermico mantiene le proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e lenitive.

Conservazione

Conservare nella propria confezione in luogo fresco al riparo da fonti di calore.

Avvertenze

Come in generale tutti i cosmetici con esfolianti chimici, i preparati contenenti acido lattobionico vanno utilizzati nel pieno rispetto delle dosi, del pH e delle modalità consigliate: eccedere con il loro utilizzo può infatti causare un assottigliamento anomalo ed eccessivo della cute, fino a provocare microabrasioni cutanee, rottura dei capillari e vere e proprie ustioni chimiche. È inoltre raccomandabile evitare l'applicazione sulla zona del contorno occhi e l'esposizione al sole durante i trattamenti esfolianti (quindi a pH inferiore al 4) poiché l'esfoliazione indotta dagli acidi assottiglia l'epidermide, rendendola più suscettibile ai danni indotti dal sole. Durante l'uso di prodotti esfolianti va sempre usata un'adeguata protezione solare durante il giorno.

INCI

Salicylic Acid.
Conservanti: Assenti.

L'Acido Salicilico è un acido organico derivato dalla salicina, usato per il trattamento dell'acne e delle infiammazioni cutanee, della pelle impura con pori dilatati, di tutti quelle condizioni legati alla desquamazione o all'ipercheratosi cutanea, come la forfora secca, la psoriasi e le callosità .

Proprietà

L'acido salicico è il principale esponente dei beta idrossiacidi (BHA), che sono agenti esfolianti e cheratolici con un'azione diversa da quella degli alfa-idrossiacidi usati nei trattamenti antiage.
In chimica l'acido salicilico è chiamato acido 2-idrossibenzoico ed è identificato dalla formula bruta C7H6O3. La molecola deriva dall'idrolisi enzimatica della salicina, glucoside salicoside estratto dal salice (Salix Alba).
Applicato sulla pelle, l'acido salicilico agisce come efficace cheratolitico: la molecola è in grado di spezzare selettivamente la catena proteica della cheratina, abbondantemente presente nei corneociti. Non esercitando alcun effetto sulle altre proteine, l'acido salicilico è in grado di esfoliare e distruggere solo le cellule dello strato corneo effettuando quindi un peeling superficiale.
Al contrario dei beta-idrossiacidi, avendo una molecola più grossa e lipofila, penetra nei pori, liberando il comedone dal contenuto sebaceo e inoltre agisce da antifiammatorio, antibatterico e lenitivo.
Le sue principali proprietà cosmetiche sono:

  • azione esfoliante per una pelle più levigata e luminosa
  • azione antifiammatoria e antibatterica in caso di acne (anche rosacea), pelle impura, punti neri e pori dilatati
  • azione antiforfora sul cuio capelluto
  • azione cheratolica su calli, duroni e ipercheratosi

L'acido salicilico ha inoltre una buona azione schiarente e antirughe in quanto diminuendo le forze di coesione dei corneociti, favorisce la desquamazione dei cheratinociti iperpigmentati e del primo strato superificiale dell'epidermidee incoraggiando nel contempo il rinnovamento cellulare. Il risultato è che i "nuovi" cheratinociti, essendo meno ricchi di pigmento melanico, donano alla pelle un aspetto uniforme, levigato, sodo e luminoso.
Nelle formulazioni l'acido salicilico migliora le performance del sistema preservante. Allo 0,5% e in ambiente acido viene considerato un conservante vero e proprio.

Utilizzi

L'acido salicilico è ha svariati utilizzi cosmetici:

  • prodotti esfolianti e uniformanti
  • peeling antiage come buffer dell'acido glicolico o di altri alfa-idrossiacidi
  • prodotti per pelle impura e acneica e per il trattamento dei pori dilatati
  • prodotti antifiammatori e lenitivi
  • prodotti cheratolici per callosità e duroni
  • shampoo e lozioni antiforfora
  • detergenti purificanti

Modalità d'impiego

Percentuale d'uso consigliata: dallo 0,5 al 2% della preparazione.
L'acido salicilico è poco solubile in acqua (2 g/L) e olio ma molto solubile in alcol e nei glicoli. Un altro modo per solubilizzarlo è salificarlo con una base (per esempio bicarbonato di sodio, arginina o idrossido di sodio) in modo da renderlo solubile. La solubilità in acqua aumenta con l'aumentare del pH della preparazione. Alcune sostanze come la trimetiglicina ne migliorano la solubilità .
L'acido salicico a pH 4 o inferiore si comporta da esfoliante a pH eudermico mantiene le proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e lenitive.

Conservazione

Conservare nella propria confezione in luogo fresco al riparo da fonti di calore.

Avvertenze

Come in generale tutti i cosmetici con esfolianti chimici, i preparati contenenti acido lattobionico vanno utilizzati nel pieno rispetto delle dosi, del pH e delle modalità consigliate: eccedere con il loro utilizzo può infatti causare un assottigliamento anomalo ed eccessivo della cute, fino a provocare microabrasioni cutanee, rottura dei capillari e vere e proprie ustioni chimiche. È inoltre raccomandabile evitare l'applicazione sulla zona del contorno occhi e l'esposizione al sole durante i trattamenti esfolianti (quindi a pH inferiore al 4) poiché l'esfoliazione indotta dagli acidi assottiglia l'epidermide, rendendola più suscettibile ai danni indotti dal sole. Durante l'uso di prodotti esfolianti va sempre usata un'adeguata protezione solare durante il giorno.

INCI

Salicylic Acid.
Conservanti: Assenti.
Barattolo plastica gr. 100
65507,70 (USD)
Disponibilità: disponibile
Codice art.: GC-MP-8340H
65507,70 (USD)
Barattolo plastica gr. 200
Chiedi il prezzo!
Codice art.: GC-MP-8340J
Chiedi il prezzo!
Barattolo plastica gr. 500
Chiedi il prezzo!
Codice art.: GC-MP-8340M
Chiedi il prezzo!
Barattolo plastica kg. 1
Chiedi il prezzo!
Codice art.: GC-MP-8340N
Chiedi il prezzo!
Specifiche di prodotto
Nome dell'attributoValore dell'attributo
AspettoPolvere cristallina
ColoreBianco
SolubilitàIn acqua, etanolo, etere
Densità1,44
pH2,4
Punto di fusione158,0 - 161,0 °C
Peso Molecolare138,12
Shelf life24 - 30 mesi
Functional life30 - 36 mesi
Tag del prodotto